Coppa Italia, 0-0 tra Herculaneum e Forza e Coraggio

img_1379

foto di Chrystian Calvelli

Termina con un pareggio a reti bianche il posticipo dell’andata dei sedicesimi di Coppa Italia regionale tra Herculaneum e Forza e Coraggio BN nella gara che vede il “Solaro” dopo più di dieci anni ospitare una partita in notturna.  Turnover per mister Ulivi che lascia in panchina dal primo minuto Basso, Liccardi e Palma, mentre De Fenza non risulta neanche tra i convocati. I beneventani invece devono far fronte agli infortuni che costringono mister Mauro a schierare l’under Pignozzi, terzino destro, attaccante nel suo 4-3-3. In panchina c’è anche Gaetano Grieco, ex Napoli in C1.

Il primo tempo, pur senza grandi occasioni da gol, è stato comunque piacevole con molto pressing e velocità a centrocampo soprattutto da parte dei padroni di casa, indice di una buona preparazione atletica.

Taddeo per gli ospiti all’8’ ha una grande occasione quando da pochi passi calcia sul portiere Capece, idem il suo compagno Masisca al 14’ quando da venticinque metri calcia fortemente ma la palla termina a lato. Prima occasione per l’Herculaneum con Russo al 17’ quando in maniera molto simile all’avversario Taddeo precedentemente, tira con precisione e forza, ma colpisce in pieno l’estremo difensore Zotti. Al 36’ granata vicino al gol con Caso Naturale che entra in area dalla sinistra e lascia partire un rasoterra che Romano non riesce a deviare in porta. Sul finale di tempo ancora Caso Naturale (autore davvero di una bella partita, giocata con caparbietà e tanta forza di volontà) cerca il gran gol da fuori area: palla a lato.

Nella ripresa il ritmo cala e  per più di venti minuti non succede nulla. Al 68’ c’è un sussulto. Da calcio d’angolo per l’Herculaneum, in area si crea una gran mischia ma nessuno dei ragazzi di Ulivi riesce a trovare il tap- in vincente. Allora i padroni di casa ci provano con più veemenza. Ulivi inserisce Basso e toglie un difensore, Amoruso. La difesa viene così ridisegnata con Cipolletta che va a prendere il posto del compagno sostituito al centro della difesa con Salvati, Giovanniello resta a sinistra e Alberto passa a coprire la fascia destra. Al 70’ da un punizione di Salvati, Piccirillo colpisce di testa e fa gridare “gol” ai circa 250-300 spettatori. Dopo un minuto Caso Narurale in una grande azione personale si libera di almeno tre avversari ma non trova la via del gol. Passa un altro minuto ed è ancora Russo a sfiorare, senza successo, il vantaggio a quel punto meritato.

La partita va man mano spegnendosi e gli ultimi tentativi sono di marca ospite: prima De Clemente al 70’ prova a sorprendere Capece leggermente un po’ fuori dai pali della propria porta, poi Musco al 90’ da fuori aria ma il numero 1 granata non si fa trovare impreparato.

Tra quindi giorni a Benevento si gioca il passaggio del turno. Per l’Herculaneum basta un pareggio con gol.

 

A.V. HERCULANEUM – FORZA E CORAGGIO BN 0-0

V. Herculaneum: Capece, Cipolletta, Giovanniello, Alberto, Amoruso (73’ Basso), Salvati, Caso Naturale, Piccirillo, Romano (80’ Liccardi), Franco (84’ Orefice), Russo. A disp: Costigliola, Raia, Cefariello, Palma. All: Ulivi.

Forza e Coraggio BN: Zotti, Candrina, Flammia, Musco, Calabrese G., Capone, Mesisca (81’ Caruso), Monticelli, Taddeo (89’ Brogna S.), Mandato, Pagnozzi (63’ De Clemente). A disp: Fincato, Pace, Amabile, Grieco. All: Mauro.

Arbitro: D’Errico di Nocera Inferiore

Assitenti: Piedipalumbo – Pregevole di Torre Annunziata

Note: ammoniti Cipolletta (H), Romano (H), Mesisca (FC). Calci d’angolo: 4-3 per il Forza e Coraggio. Minuti di recupero 1 al p.t., 5 al s.t.

Potrebbe anche interessarti