Matrullo: “Salvezza possibile, ma a dicembre servono innesti”

Matrullo

Il ritorno di Carmine Matrullo sulla panchina del San Giorgio è iniziato sotto i migliori auspici, vittoria mercoledì a Barano con approdo ai quarti di finale di Coppa Italia, vittoria ieri in campionato nel delicato incontro con la Puteolana. La cura Matrullo sembra quindi sortire subito i primi effetti, in campo si è vista una squadra pronta a lottare per tirare fuori il San Giorgio dalla difficile situazione di classifica in cui si trova:

«Lo abbiamo dimostrato oggi (ieri ndr), così come è avvenuto in Coppia Italia mercoledì scorso, di essere pronti a combattere, mettendocela tutta per ottenere la salvezza. Sono convinto che possiamo salvarci altrimenti non sarei venuto qui, poi il tempo ci dirà. La società ha fatto le sue scelte ed io ora ho buon gruppo. Devo ricambiare la fiducia che mi è stata data dalla dirigenza portando questa squadra alla salvezza. È un ruolo che già ho assunto in passato, non è la prima volta che mi trovo in questa posizione e non posso dire che mi piaccia, ma farò di tutto per raggiungere l’obiettivo».

Dopo i tanti problemi di questo inizio campionato con una rosa che non si è dimostrata all’altezza delle aspettative e, non da ultimo, la recente esclusione di otto elementi della rosa annunciata dalla società, il mercato di dicembre rappresenta uno snodo fondamentale per il proseguo del campionato del San Giorgio, come evidenziato anche dallo stesso Matrullo: «Abbiamo una rosa deficitaria sia nel reparto offensivo che in quello difensivo, quindi a dicembre qualcuno dovrà arrivare. Non ho grandi pretese, servono almeno due o tre innesti per poter affrontare il resto della stagione a testa alta».

LEGGI ANCHE
Video. A tu per tu con Federica Maneli

Potrebbe anche interessarti