Turris tra derby e futuro: i corallini devono battere una grande

DCIM100MEDIA

Metabolizzato il deludente pareggio interno contro il Volla, la Turris è da ieri concentrata nel preparare al meglio il complicato match contro l’Herculaneum. Il derby contro i granata, atteso fin da inizio campionato, può essere decisivo non solo per la classifica, ma anche per il futuro della squadra.

Attraverso il suo profilo Facebook, il presidente Giugliano ha espresso il suo disappunto per gli ultimi risultati della squadra: il pareggio con il Volla non è piaciuto al presidente, così come la gestione fisica dei calciatori. Nello specifico, il numero uno della Turris lamenta i troppi infortuni che si sono succeduti nel corso delle ultime settimane.

LEGGI ANCHE
Eccellenza A, il programma della 6a giornata

Santosuosso ed il suo staff non sono in discussione, per il momento. Ma è certo che se la Turris dovesse fallire anche questo big match, a dicembre qualcuno potrebbe già salutare la squadra anzitempo. Non sono esclusi infatti degli addii, sia a livello di staff tecnico che di organico. Qualche giocatore potrebbe lasciare, altri invece potrebbero arrivare, per alzare ulteriormente il tasso tecnico.

Ma è ancora presto per parlare di mercato. La realtà ad oggi è una sola: Il destino della Turris si deciderà tutto in 90 minuti. Se la Sessana, come da pronostico, dovesse vincere anche con il Forio, un contemporaneo stop della Turris renderebbe la rimonta al primo posto quasi proibitiva. Già il +5 in classifica rappresenta un gap importante, ma non insormontabile, secondo il capitano corallino Vittorio De Carlo.

LEGGI ANCHE
Eccellenza, LIVE: Turris - San Giorgio, la diretta

E’ certo che quindi la Turris non può più permettersi di sbagliare. I numeri ci raccontano che i corallini hanno fallito due big match molto importanti: Sessana e Virtus Volla. Nonostante le assenze (Majella e Grezio su tutti) giustifichino in parte questi risultati, il dato è emblematico: la Turris non ha ancora battuto una grande. Un complesso psicologico che i ragazzi di Santosuosso devono assolutamente superare se vogliono ancora sperare di raggiungere la Sessana.

 

Potrebbe anche interessarti