Rafael Cabral: il portiere sotto accusa

Rafael Cabral

Sembrava aver preso la giusta piega il Napoli di Rafa Benitez che prima dello stop del campionato, aveva accumulato diversi successi che avevano fatto gioire i tifosi, ma il ritorno in campo, dopo quindici giorni, contro il Cagliari al San Paolo, non ha dato i risultati attesi.

Il Napoli si ferma con un pareggio contro la squadra di Zeman, uno sterile 3-3 figlio di disattenzioni ed errori che tornano a mettere sotto accusa la difesa partenopea. Imputato principale è il portiere, Rafael Cabral Barbosa, il brasiliano ventiquattrenne, l’uomo che ha fatto tanto discutere tutti i tifosi azzurri che non hanno mai nascosto la loro mancanza di fiducia nelle sue capacità.
In diverse occasioni Rafael ha fatto rimpiangere il suo predecessore, l’amatissimo Pepe Reina, il tifoso napoletano acquisito che lo scorso anno ha difeso egregiamente la porta azzurra. Per qualcuno il detto “dalle stelle alle stalle”, sembra pensato proprio per il paragone tra Rafael e Reina, un paragone che numeri alla mano e non solo, per quanto riguarda l’esperienza azzurra, vede sicuramente vincitore lo spagnolo Reina.

L’indiscutibile carriera di Rafael non si può certo cancellare, il suo palmares di tutto rispetto, racconta i suoi successi che però non bastano ai tifosi azzurri che chiedono di più. Dinamicità, forza, tutto quello che un portiere dovrebbe avere e che in Rafael troppe volte sembra mancare, fa imbestialire i tifosi che ripongono in lui le maggiori colpe di partite andate male.

Ma è possibile che un giocatore che vanta trofei come la Coppa Italia, Coppa del Brasile, il Campionato Paulista, Recopa Sudamericana e la Coppa Libertadores, dimentichi come si blinda la porta di una squadra che punta a grandi successi?

Il giovane portiere, forse ancora in fase di crescita per un club italiano che punta a grandi progetti, deve sbrigarsi a reagire, dando immediatamente prova del suo valore, difendendo con sudore e tenacia la porta del Napoli e il suo onore.
Far ricadere su di lui tutte le colpe dei punti persi durante questa prima fase di campionato, dovuti a pareggi o sconfitte, forse non è giusto, ma bisogna ammettere che in difesa la maggiore sicurezza dovrebbe darla il portiere. Spesso serve qualcosa che va oltre la bravura tecnica, serve qualcuno che si prenda la briga di incitare la squadra, di caricarla, un compito che ancora una volta ci fa pensare a Reina, che sanguigno ogni volta suonava la carica.
A Rafael spetta un compito importante in una stagione difficile, dove il rapporto con i tifosi è costantemente appeso a un filo, ormai da quei preliminari di Champions League di agosto contro l’Athletic Bilbao che mandarono in fumo tutti i sogni azzurri.

Negli ultimi giorni circolano voci che vedono il Napoli ceduto per il 51% ai cinesi in futuro. I tifosi non sanno se esserne felici o meno ma ad oggi, sono certi di una cosa: chiederanno ai cinesi di non clonare Rafael!

Potrebbe anche interessarti