Le pagelle di Herculaneum-Turris

videocronache-albinoleffe-turris-4-1-coppa-italia-kgZC-U80458721084JYE-620x349@Gazzetta-Web_articolo

E’ della Turris il derby del Vesuvio! Dopo le critiche di domenica scorsa, e le tensioni che hanno accompagnato l’avvicinamento a questa partita, la Turris si è ritrovata proprio nel match più complicato del mese di novembre, raccogliendo 3 punti pesantissimi al ‘Solaro’ di Ercolano. Quasi impossibile trovare un giocatore insufficiente tra le fila coralline: gli uomini di Santosuosso hanno interpretato alla grande il match, sia a livello tattico che psicologico.

Discorso diverso per i granata, che forse hanno patito troppo l’assenza dei tifosi sugli spalti, non riuscendo quasi mai a rendersi pericolosi, se non in sporadiche occasioni. Fa onore al mister dell’Herculaneum Pierfrancesco Ulivi riconoscere la superiorità della Turris in questa gara che ha ampiamente meritato di vincere.

 

LE PAGELLE DELLA TURRIS

Come detto, nessun giocatore scende sotto la sufficienza: tutti si sono dimostrati all’altezza della situazione. Bene la difesa, diligente il centrocampo, decisivi gli attaccanti. Vediamo quindi, nel dettaglio, reparto per reparto, chi, tra i corallini, ha fatto la differenza in questo derby

Apuzzo 6,5 : Il portiere corallino si dimostra ancora incerto in alcune uscite, ma oggi merita un gran bel voto: merito soprattutto della parata su Pianese nel secondo tempo, che salva il risultato
De Carlo 6 – Imparato 6,5: I due centrali della Turris non sbagliano praticamente nulla, annullando di fatto gli attaccanti dell’Herculaneum. Qualche imprecisione da parte del capitano De Carlo, più sicuro invece Imparato in fase di impostazione
Gazzaneo 6 – Salvatore 7: Buona la prestazione di Gazzaneo, diligente in entrambe le fasi. Molto bene Salvatore, il migliore della retroguardia corallina. Dalle sue parti non passa praticamente nessuno. Efficace anche in attacco.
Manzo 6,5: Nonostante gli anni, Manzo si conferma un giocatore fondamentale per mantenere intatto l’equilibrio di una squadra. Avrebbe bisogno di rifiatare un po’, ma rispetto al match con la Virtus Volla, Manzo non ha sbagliato praticamente nulla. Grande prova di carattere.
Lordi 6: anche per lui, vale lo stesso discorso di Manzo. Se con il Volla aveva sofferto molto a livello fisico, in questo caso solo nel finale si lascia scappare qualche pallone di troppo. Tatticamente rimane fondamentale per Santosuosso.
Garello 6,5: A sorpresa, Santosuosso lo manda in campo dal primo minuto, e lo ripaga con una buona prestazione, soprattutto in fase offensiva
Cigliano 6: Non la miglior partita disputata da Cigliano. Ha sofferto, forse, l’importanza del match. Molti errori tecnici, soprattutto in fase offensiva. Rimane comunque sufficiente la sua gara.
Ferraro 6,5: L’uomo mascherato della gara! Decisivo nel’1-0 di Majella, firmando un grande assist, ma non solo. Fa sentire la sua presenza in attacco e non lascia mai da solo il suo compagno di reparto. Cala un po’ nella ripresa.
Majella 7,5: Probabilmente il migliore in campo della Turris. Quasi monotono continuare ad esaltare questo giocatore: non solo autore del gol che sblocca il match, ma anche di un assist delizioso per il 2-0 di Schettino. Quei due gol sbagliati gli negano un voto ancora più alto, ma la sua rimane una prestazione da incorniciare.
Somma SV
Schettino 7: Spacca in due la gara con un contropiede magistrale! Bellissimo il dialogo con Majella, facile il gol che porta sul doppio vantaggio la Turris. La sua velocità è stata un fattore determinante del match.
La Montagna 6: Entra per dare una mano al centrocampo corallino, cercando di mantenere soprattutto il possesso palla per difendere il prezioso 2-0
Santosuosso 6,5: Il mister le indovina tutte, e non sbaglia un cambio. Perfetto l’atteggiamento tattico della squadra, così come quello mentale. La concentrazione della Turris non cala mai, ed è anche merito suo.

 

LE PAGELLE DELL’HERCULANEUM

Difficile trovare giocatori sopra la sufficienza. I granata non offrono la prestazione che i si tifosi aspettavano, peccando soprattutto in fase difensiva. Nel primo tempo partono meglio gli uomini di Ulivi, ma il gol di Majella del primo tempo spezza via ogni velleità offensiva. L’inferiorità numerica per parte del secondo tempo non aiuta l’Herculaneum, che si spegne definitivamente proprio con l’uscita dal campo di Salvati.

Capece 6: Uno dei pochi a salvarsi tra i granata. Ha qualche responsibilità sul gol di Schettino, con un’uscita non proprio impeccabile. Ma nel primo tempo è bravo nel fermare Majella.
Cefariello 5,5 – Salvati 5 – Cipolletta 5 – Incarnato 5,5: Quasi superfluo parlare dei singoli. Tutto il reparto difensivo granata ha sbandato in più occasioni in questo derby. I terzini non hanno spinto né difeso. La ciliegina (si fa per dire) è l’espulsione di Salvati, figlia della frustrazione.
Orefice 5,5: il mediano dell’Herculaneum non si esalta in fase di impostazione del gioco, non riuscendo a garantire un’adeguata difesa. Non il peggiore tra i suoi compagni di reparto.
Piccirillo 5: Tanti, troppi palloni sbagliati. Non incide praticamente mai. Inoltre,si fa scappare un pallone decisivo nel gol del 2-0 della Turris.
Basso 5: Anonimo, come molti dei suoi compagni di squadra. L’Herculaneum ha perso la partita soprattutto a centrocampo, non riuscendo a costruire buone trame di gioco.
Pianese 5: Praticamente mai pericoloso, se non per un tiro debole nel primo tempo. Non conferma le buone prestazioni delle ultime giornate.
Liccardi 5: Non viene mai assistito, anche se nell’unico pallone utile che gli viene servito, non fa la differenza. Si muove poco e non detta mai la profondità
Casonaturale 5: Anche lui, non incide in attacco, per merito anche di Salvatore che riesce a contenerlo alla grande.
CozzolinoDe FenzaRomano: sv. I tre subentrati non posso fare i salvatori della patria. Cozzolino non riesce a incidere con la sua velocità, Romano in attacco non può fare molto contro la difesa ospite.
Ulivi 5: I suoi ragazzi oggi sono sembrati irriconoscibili. Mai in partita, spenti, ed avulsi dal gioco. Nella ripresa tutti si aspettavano una reazione dell’Herculaneum, e invece è arrivato il 2-0 della Turris. Non gli è imputabile la sconfitta per qualche scelta sbagliata.

Potrebbe anche interessarti