San Giorgio, vittoria scaccia crisi sull’Isola di Procida

San Giorgio

Tre punti pesanti quelli in palio al “Paudice” di San Giorgio a Cremano che i granata si aggiudicano battendo per 2-0 nello scontro salvezza l’Isola di Procida. Un successo fortemente voluto dagli uomini di Matrullo e perfettamente sintetizzato dal coraggio di Migliaccio che, al 19’ del secondo tempo, sorprende il portiere ospite dai 20 metri con un gran tiro a volo che si insacca sul fondo della rete. Nel mega recupero concesso dall’arbitro (ben 7 minuti!) arriva anche il raddoppio di Velotti su rigore per il sollievo dei tifosi dopo che il San Giorgio si è ritrovato a difendere in 10 contro 11 in seguito all’espulsione dell’autore del primo gol Migliaccio.

Che la posta in palio fosse alta lo si capisce dall’atteggiamento guardingo che entrambe le squadre assumono al fischio d’inizio dell’arbitro. Ne nasce un primo tempo in cui a vincere è solo la noia, con un’occasione per parte: al 15’ il colpo di testa di Aliyev è angolato, ma troppo debole per impensierire Bardet, al 38’ il cross rasoterra di D’Auria chiede solo di essere appoggiato in rete, ma Cibelli a due passi dalla porta spara alto.

La ripresa si apre subito con tutt’altro piglio, al 2’ gran colpo di testa di Vallefuoco su cross di Cibelli e grande risposta di Martucci che si distende e devia il pallone sul palo. Al 18’ San Giorgio vicino al gol con il colpo di testa ancora di Aliyev da cui scaturisce un batti e ribatti con la palla che termina in angolo. Dalla bandierina però, Migliaccio si avventa sul pallone ribattuto dalla difesa avversaria e con un tiro di mezzo esterno porta in vantaggio i suoi. L’Isola di Procida, forte dell’uomo in più, preme disperatamente alla ricerca del pareggio, scoprendo i fianchi alle ripartenze granata come al 24’ quando Del Grande crossa un pallone invitante per Aliyev, ma l’attaccante tira alto sopra la traversa. Gli ospiti ci provano prima con il diagonale di Cibelli finito di poco a lato, poi con Aprile che prova la deviazione in scivolata senza successo. E durante i minuti di recupero arriva la rete che chiude la partita: percussione di Borrelli sulla fascia che con un filtrante libera Mosca in area di rigore, il centrocampista viene spinto da dietro e guadagna il calcio da rigore. Sul dischetto si presenta Velotti che con grande freddezza e precisione mette il sigillo alla partita per un successo che fa respirare il San Giorgio e inguaia l’Isola di Procida.

San Giorgio – Isola di Procida 2-0

San Giorgio

Martucci, Caccia, Di tommaso, Scognamiglio, Velotti, Migliaccio, Izzo, Rossi (13’st Benedetto), Del Grande (28’st Mosca), Pascucci (44’st Borrelli), Aliyev. A disp. De Santis, Kadam, Savino, Romano. All. Matrullo.

Isola di Procida

Bardet, Spadera (28’st Esposito), Botta (32’st Marsicano), Aprile, Vallefuoco, Fiorillo, Muro (32’st Costagliola L.), Marigliano, D’Auria, Costagliola A., Cibelli. A disp. Scotto di Marrazzo, Barone, Lubrano, De Gregorio. All. Lubrano Lavadera.

Arbitro: Freda di Salerno

Assistenti: De Girolamo e Ciccopiedi di Avellino

Reti: 64’ Migliaccio, 90’+3 Velotti

Note: Ammoniti: Benedetto (S) , Aprile, Vallefuoco, Marigliano, Marsicano (I). Espulso: Migliaccio per doppia ammonizione. Calci d’angolo 1-8 per Isola di Procida. Rec. 4′ pt, 7’st. Spettatori circa 150

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più