Turris, fuga a metà: ma la Sessana è sempre più in crisi

Turris-sessana

Due punti persi o un punto guadagnato? La vita è fatta di punti di vista, e non fa eccezione il Dio Pallone. La Turris si è fermata in quel di Cercola, raccogliendo un solo punto contro il Campania Ponticelli. Il bicchiere, però, è di certo mezzo pieno, considerando come si era messa la partita: corallini sotto di 2-0 al termine del primo tempo. Poi la rimonta, l’ennesima. Da 2-0 a 2-2, e per poco non ci scappava addirittura il 2-3 a favore degli ospiti.

Un punto prezioso, quindi, quello conquistato dai corallini, ma certamente un pizzico di rammarico c’è, perché poteva essere il primo timido tentativo di fuga sulla Sessana (uscita sconfitta dal match con la Sibilla), e ora soltanto un punto sotto. Prevale, comunque la soddisfazione: la squadra di Santosuosso ha mostrato una grande tenuta mentale, non si è lasciata prendere dallo sconforto del doppio passivo, ma anzi ha ricominciato a giocare con grande equilibrio tattico, sfiorando un’incredibile vittoria.

Un segnale importante è stato, dunque, lanciato alle pretendenti per la vittoria finale del campionato: la Turris non muore mai. Anche quando va sotto, la formazione biancorossa dimostra sempre di saper reagire alla grande, sia in casa che in trasferta. Ma soprattutto, i corallini stanno vivendo uno stato di forma straordinario. Ricordiamo, infatti, che prima della partita con il Campania, la Turris veniva da 5 vittorie di fila. Un ottimo bottino, che forse ha influito anche sul momento no di Fava e soci, non abituati, fino a qualche giornata fa, ad sentire il fiato delle rivali sul collo.

Le statistiche parlano chiaro: nelle ultime 6 gare la Sessana ha ottenuto 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. La Turris, invece, nelle ultime 6 ne ha vinte 5, pareggiandone solo una (appunto la trasferta col Campania). Una differenza di rendimento e di punti nettamente a favore dei corallini, che aggrava ulteriormente la crisi della squadra di Ricciardi. La strada che porterà allo scontro diretto è ancora lunga, ma già tracciata. Sono tre, infatti, le partite che separano le due squadre: la Turris affronterà Stasia, San Giorgio e Quarto. La Sessana invece, l’Isola di Procida, Hermes Casagiove e Campania Ponticelli. Queste le sfide prima della probabile “resa dei conti”. Arrivarci meglio dell’avversario potrebbe fare la differenza.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più