Rambo Policano, l’ex terzino azzurro col vizio del goal


Policano



E’ un terzino il protagonista della nostra rubrica azzurra, un terzino sinistro che ha giocato col Napoli dal 1992 al 1997: Roberto Policano, detto “Rambo”.
Prima di approdare alle falde del Vesuvio, però, si fa le ossa nei “porti” di Genova, Roma e Torino. In effetti è proprio nella Capitale, dove nasce nel 1964, che Policano comincia a dare i suoi primi calci. Per trovare spazio in prima squadra, però, è costretto a lasciare il vivaio giallorosso e ad “emigrare” nella vicina Latina. Veste la maglia neroazzurra per due stagioni di fila, dall’ ’81-’82 all’ 82′-’83, mettendo a segno 6 reti.
Dopo la parentesi con il Latina finalmente il debutto in Serie A, con la maglia del Genoa. In maglia rossoblù trascorre 4 anni, collezionando 118 presenze e 9 goals.
Per lui si aprono nuovamente le porte di “Trigoria”. Policano inizia una nuova avventura con i giallorossi: due stagioni da protagonista nella squadra della sua città natale, con 35 incontri coronati da 5 sigilli. Nel 1989 passa al Toro dove rimane per tre stagioni. Colleziona 80 presenze e segna ben 18 gol, un caso raro dato il ruolo in cui è impiegato. Nella stagione 1991-1992 è finalista in Coppa Uefa con i granata che, nella stessa annata, si piazzano terzi in Serie A. E’ proprio a Torino che gli viene assegnato il soprannome “Rambo”. Nel 1992 si trasferisce finalmente all’ombra del Vesuvio e inizia un’esperienza che durerà 5 anni. Indossa la maglia azzurra in 90 matches e segna 12 reti. Un episodio curioso è quello accaduto nella stagione 1992-1993 durante la partita Napoli-Atalanta. L’allenatore è Ottavio Bianchi. Quando il mister decide di optare per un cambio che possa sbloccare lo 0-0, si rende conto di non avere punte a disposizione sulla panchina. L’allenatore bresciano, allora, azzarda Policano centravanti. Mossa che si rivela azzeccatissima, perché “Rambo” segna il goal vittoria per gli azzurri, vittoriosi per 1-0 sui bergamaschi.

Di seguito il video del goal vittoria e l’intervista post-partita dei principali protagonisti di quel match:
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=g7zKZ1Dz6g0[/youtube]

 

Inoltre è in Campo nell’ 1-5 di Coppa Uefa contro il Valencia, quando Fonseca mette a segno tutte le reti e lui è autore dell’assist per il terzo goal. In un’intervista rilasciata a Calciomercato.com è lo stesso calciatore a parlarne:“Col Napoli il ricordo più bello è la vittoria di Valencia in Coppa Uefa, 5-1 fuori casa. Fu un trionfo bellissimo, anche se il più bel ricordo lo ha Fonseca…”

La carriera calcistica professionistica di Policano si chiude nel 1997 in Serie C1 con la maglia del Casarano.
Nel 1998, invece, passa al Terracina e l’anno successivo torna al Latina: in entrambi i casi milita nel Campionato Nazionale Dilettanti. Nel 1999 firma un “mini-contratto” per due sole partite con i maltesi dello Sliema Wanderers e a settembre passa al Baracca Lugo dove termina effettivamente la sua carriera.
Dopo aver appeso le scarpette al chiodo inizia la sua carriera da Dirigente Sportivo ad Arezzo nel 2000 e nel 2005 è il D.S. del Catania. Nel 2007 si occupa poi del settore giovanile del Thermal Calcio, ma dal 2008 ad oggi è osservatore tecnico per conto dell’Udinese.

Potrebbe anche interessarti