Turris, De Carlo: “Napoli? Tifo solo Turris”

De Carlo e D'Amico

In mezzo a una partita priva di sussulti e costantemente nelle mani della Turris, l’episodio che avrebbe potuto cambiare le sorti del match. Al 22′ del secondo tempo De Carlo commette un fallo di mano in area. L’arbitro concede il rigore, ma dal dischetto D’Amico nega la gioia del gol agli avversari con una grande parata.

E proprio De Carlo e D’Amico si sono presentati nella sala stampa del Liguori. Il primo, festeggiato in campo per le 100 presenze in maglia corallina, ha fatto bella mostra delle targhe commemorative che gli sono state consegnate dai tifosi, per celebrare al meglio questo storico traguardo. L’altro, per la prima volta davanti ai giornalisti, per farsi conoscere un po’ meglio, dopo molte partite giocate da titolare.

Esordisce così il capitano: “Voglio innanzitutto ringraziare i tifosi per queste targhe e per le frasi che contengono, che sento particolarmente. Amo la mia città in maniera smisurata. Amo la Turris fin da quando ero piccolo, infatti quando vado a giocare fuori casa e mi chiedono se io tifi Napoli, rispondo che tifo solo la Turris! Ci tenevo tantissimo a ringraziare ancora una volta Aggregazione Ultras ed Orgoglio Corallino, queste targhe le porterò sempre con me e guai a chi me le tocca! Sono orgoglioso di indossare questa maglia”.

“Faccio i complimenti a D’Amico – prosegue De Carlo – è da molte partite che ci sta dando una mano, trasmettendo a tutto il reparto grande sicurezza. I campionati si vincono anche con i giovani forti, e lui è uno di questi. Sta dimostrando di essere un portiere pronto per la Serie D. La Turris deve partire dai giovani e da un gran settore giovanile“.

La parola è poi passata proprio al numero uno, che riceve di buon grado i complimenti del capitano e spiega come, durante il match con la Sessana, fosse “realmente emozionato, ma dopo i primi 5 minuti tutto passa e si pensa esclusivamente alla partita. Con questa difesa, con De Carlo e Imparato, non posso che trovarmi bene. Spero di rimanere qui anche per il prossimo anno“.

Potrebbe anche interessarti