Turris, Baratto: “Ci sono problemi ovunque. La società e gli stipendi? Non parlo”

Da 2-0 a 2-3. Difficile commentare una partita del genere. Lo sa bene il tecnico corallino Giovanni Baratto, apparso deluso e sconsolato a fine gara. Senza dimenticare gli episodi relativi agli stipendi ancora da pagare e la contestazione dei tifosi. “Sono situazioni che ci portiamo addosso – esordisce Baratto – e lo si è visto soprattutto nel secondo tempo. Perdere una partita del genere, che potevamo chiudere già nel primo tempo con diverse occasioni, con 4 gol di scarto, lascia l’amaro in bocca. Sembrava una partita a senso unico, ma nel calcio possono succedere episodi del genere quando molli completamente“.

Prosegue. “Purtroppo, da diverse partite stiamo accendendo e spegnendo l’interruttore. Poi, alla fine, paghi sempre dazio se non sei concentrato per tutta la gara. Oggi ho dovuto cambiare diversi uomini, all’ultimo ci è mancato anche Di Girolamo, e sono stato costretto a far esordire diversi giovani. La società? Parlo solo di quello che succede in campo. E’ ovvio che un allenatore voglia lavorare sempre con il massimo della tranquillità. Ci sono problemi ovunque. C’è chi riesce a metterli da parte, anche se non è semplice“.

Potrebbe anche interessarti