Rissa insanguinata nel napoletano: in arresto una diciottenne

 

Litoranea

La violenza è purtroppo un argomento che ogni giorno riempie le pagine dei quotidiani. E’ sempre più frequente la notizia di cronaca nera rispetto a quelle più leggere, ma quella di oggi è davvero sconcertante: una diciottenne armata di coltello a serramanico, dopo una rissa, colpisce ad un braccio la sua rivale per un effimero litigio, una ragazza di 25 anni.

Succede a Torre del Greco, la furia di una diciottenne si rivela fatale per la venticinquenne malcapitata, che dopo essere stata colpita pericolosamente al braccio, viene trasportata d’urgenza al presidio ospedaliero di zona. Fortunatamente nulla di grave per la vittima, che riuscirà a cavarsela con una prognosi di 7 giorni, che riusciranno a rimettere tutto a posto o quasi, più complicata la situazione per la diciottenne, accusata di lesioni gravi ma anche di resistenza al pubblico ufficiale, dal momento che all’arrivo delle forze dell’ordine, non ha mostrato la minima collaborazione, tentando invece la fuga.

Il coltello con cui la vittima è stata ferita è stato ritrovato tra gli scogli e posto in sequestro. Non si conoscono le reali ragioni per cui la ragazza di 18 anni, Maria Carmela Scognamiglio, già nota alle forze dell’ordine, abbia agito in quel modo, ma una cosa è sicura, nessuna motivazione può essere abbastanza valida da giustificare un gesto simile.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più