Napoli, vergogna mezzi pubblici: viaggiatori come le bestie

mezzo pubblicoÈ allarme calore in tutta l’Italia e coloro che sono costretti ad usare i mezzi pubblici per lavoro o per piacere potrebbero trovare un po’ di sollievo, ma così non è a Napoli. Il consigliere comunale Francesco Emilio Borrelli e il giornalista Gianni Simioli denunciano infatti una situazione davvero deleteria sui trasporti pubblici del Comune, poiché sia bus che treni hanno problemi di climatizzazione, essendo molti non solo sono senza area condizionata, ma spesso sono senza finestrini o con finestrini rotti che non si aprono. Una vera tragedia che, in una città come Napoli, rende sempre più difficoltoso lo spostamento da una parte all’altra e facilita il malessere di anziani e giovanissimi, che sarebbero secondo la protezione civile le fasce più a rischio. “Secondo le denunce che riceviamo ogni giorno dai viaggiatori – raccontano il consigliere regionale di Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della radiazza – oltre la metà dei bus e dei treni che circolano sono privi di aria condizionata o il sistema è rotto. In alcuni di questi mezzi non è possibile neanche aprire i finestrini”.

Pensiamo a cosa vuol dire viaggiare su questi mezzi nelle ore di punta, dove tantissime sono le persone, le temperature sono più alte e magari non ci sono neppure posti a sedere. L’appello è uno solo, far circolare solo mezzi che garantiscano una climatizzazione decente per quanto riguarda autobus e treni, mentre si chiede alla Circumvesuviana dirottare il “Campania Express”, progetto finanziato dalla Regione e nato per lo spostamento dei turisti, alla all’utenza quotidiana. “Da sabato 23, fino al 15 ottobre, sarà attivo infatti un treno speciale della Circumvesuviana climatizzato e pieno di confort che è già un super flop e che andrebbe invece destinato all’utenza quotidiana”  ha aggiunto Borrelli.

Potrebbe anche interessarti