Terribile incidente ad Acerra. Muoiono due donne, gravi due ragazzine

incidente
Foto da “Il Mattino”

Grave incidente ad Acerra, morte due donne e gravi due ragazzine ricoverate in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Santobono di Napoli.

La terribile vicenda si è verificata sabato scorso. L’auto coinvolta è una Ford Focus guidata da Raffaele Iazzetta, di 46 anni, originario di Casalnuovo ma residente con la famiglia in provincia di Reggio Emilia. Nei pressi dell’incrocio sulla strada provinciale 23 tra Caivano e Gaudello, la vettura guidata dall’uomo si è scontrata contro un tir, provocando la morte sul colpo della suocera Raffaella Ciardiello, di 65 anni, mentre la moglie Antonella Renga, di 44, è stata trasportata in fin di vita all’ospedale Villa dei Fiori di Acerra dove è morta in seguito per le gravi ferite riportate. L’uomo si trova nella stessa struttura, ricoverato in stato di choc.

Le due figlie del conducente, di 15 e 12 anni, sono ricoverate in condizioni critiche nell’Ospedale partenopeo.

Sull’accaduto stanno indagando gli agenti della Polizia municipale di Acerra, mentre i mezzi coinvolti sono stati sequestrati e l’uomo è stato denunciato in stato di libertà per omicidio colposo.

Dalle ultime indagini, infatti, è emerso che Iazzetta non si è fermato allo stop dell’incrocio pericoloso, senza dare la precedenza al Tir ed inoltre è risultato positivo al “droga-test” che lo ha indicato positivo all’uso di sostanze cannabinoidi. A riferire la notizia è Il Mattino.

Potrebbe anche interessarti