Blitz delle forze dell’ordine al Rione Traiano: sequestrate armi e proiettili

Polizia

Nelle ultime ore la polizia ha letteralmente invaso il Rione Traiano nel tentativo di scoprire i presunti responsabili di questa guerra tra clan che sta terrorizzando il quartiere Soccavo.

Come annunciato da IlMattino.it, numerosi sono stati i controlli e le perquisizioni eseguite in abitazioni e cantine. In un giardinetto di via Orazio Coclite gli esperti hanno trovato e sequestrato una pistola mitragliatrice Skorpion, diversi proiettili calibro 7,65, proiettili per Kalashnikov, pallettoni calibro 12 e 27 ovuli contenenti probabilmente sostanze stupefacenti.

In un portone del Rione Traiano la Polizia di Stato avrebbe invece rinvenuto due giubbotti antiproiettile, una pistola, numerose cartucce e un caricatore per Kalashnikov.

Per questa operazione sono stati impegnati centinaia di uomini, pattuglie dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato San Paolo, le unità cinofile e le pattuglie del Reparto prevenzione crimine e un elicottero del Reparto Volo della Polizia di Stato che per tutta la durata del controllo ha sorvolato la zona.

Ma chi sono i protagonisti di questa guerra? Durante un’operazione, nei giorni scorsi, sarebbero state avvistate alcune persone armate in sella ad alcune motociclette. La zona è sempre la stessa, lì dove qualche giorno fa un commando ha aperto il fuoco sparando all’impazzata per seminare il terrore. Purtroppo l’inseguimento di quella sera non è andato a buon fine poiché all’interno del Rione Traiano era stato già lanciato l’allarme che segnalava l’arrivo delle Forze dell’ordine. Un gruppo di persone aveva addirittura bloccato con i loro corpi la volante della polizia, segno che la camorra riesce ad avere il totale controllo e potere nel suo territorio.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più