Follia al centro storico. Ordigno esplosivo per esultare al goal di Insigne, ferita una donna

ordigno

Pochi minuti dopo la “bomba” di Insigne del 3-1, un’ altra bomba veniva fatta esplodere all’interno di via Pergola, adiacente a piazzetta Volturno, nei pressi di Piazza Garibaldi; l’esplosione avvenuta circa alle 22:30, quasi sicuramente per l’esultanza al goal dell’attaccante napoletano, è stata violentissima, a raccontarlo gli abitanti della zona. Un boato in piena serata che ha procurato danni ad alcune auto parcheggiate in zona: parabrezza e vetri dei fari lesionati.

Un video amatoriale, pubblicato da Il Mattino, mostra, come alcune schegge metalliche si sono conficcate anche nei vetri di un negozio Amplifon nelle vicinanze, procurando, inoltre, una depressione alla pavimentazione stradale. Alcuni cittadini hanno provveduto a chiamare le forze dell’ordine, le quali, arrivate dopo molto tempo, non si sono occupate di controllare specificamente i danni all’interno del vicolo.

Si parla di un donna rimasta ferita nell’accaduto, portata di corsa al Loreto mare. Un passante ha notato, in effetti, che non si trattava del classico petardo usualmente adoperato per queste ragioni, ma di una granata Smrc, come dimostrava la presenza di una spoletta per strada, tipica di tali ordigni.

Non è la prima volta che l’entusiasmo calcistico viene trasformato, dalla mancanza di educazione civica, in azione violenta e invasiva. Tali avvenimenti potrebbero portare conseguenze ben più gravi di una ferita superficiale, e soprattutto, a chi, passa per caso per la via interessata. Ogni tanto dovremmo ricordare come lo sport è portatore sano di istanze opposte, come ad esempio la pace tra i popoli e l’armonia nella competizione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più