Bike sharing a Napoli: 10 nuove stazioni nei punti nevralgici della città

bike-sharing-napoli

Il servizio di bike sharing a Napoli, da molti considerata un’idea folle destinata a fallire, è pronto ad espandersi con l’arrivo di nuovi postazioni in alcune zone strategiche della città. Come proposto dell’Assessore alla Mobilità e Infrastrutture Mario Calabrese, la Giunta Comunale ha approvato la delibera che trasferisce all’ANM, azienda di trasporti, la prosecuzione e l’incremento del servizio di bike sharing in città.

Non sarà più il comune, quindi, ad occuparsi del servizio, ma bensì l’Azienda Napoletana Mobilità che, per un iniziale periodo di almeno sei mesi, si avvarrà dell’aiuto dell’associazione CleaNap che, per prima, realizzò il servizio di bike sharing a Napoli. Pronte alla realizzazione dieci nuove ciclostazioni in punti nevralgici di interscambio:

Le nuove stazioni del bike sharing saranno infatti collocate in:

1. via Nuova Agnano, in prossimità della Facoltà di di ingegneria;
2. piazzale Vincenzo Tecchio, per l’interscambio con la Cumana e le linee M2 e M6;
3. piazza Italia, per l’interscambio con la linea M6;
4. via del Parco Margherita, per l’interscambio con la funicolare di chiaia;
5. via Ammiraglio Ferdinando Acton, in prossimità della stazione marittima ;
6. piazza Municipio per l’interscambio con la fermata “Municipio” della linea M1;
7. largo San Giovanni Maggiore;
8. piazza Camillo Benso Conte di Cavour per l’interscambio con la linea M1 e con la linea M2;
9. corso Garibaldi, altezza Porta Nolana, per l’interscambio con la stazione terminale della Circumvesuviana;
10. Centro Direzionale, in prossimità della stazione della Circumvesuviana e della fstazione Centro Direzionale della linea M1 attualmente in fase di realizzazione.

Potrebbe anche interessarti