Sorrento. Rilevata alga tossica: vietata la vendita dei frutti di mare

alga

Sorrento – Alcuni test su campioni di organismi marini effettuati dal Settore Veterinario dell’Area assistenza sanitaria della Regione Campania su alcuni punti della costa di Sorrento, hanno rilevato la presenza di un’alga tossica per la salute e per questo motivo e stato fatto divieto di raccolta e consumo dei frutti di mare provenienti dall’area interessata.

Si tratta di una biotossina prodotta dall’Ostreopsis ovata,una microalga marina tipica dei climi caldi e tropicali ma che negli ultimi anni viene ritrovata sempre più spesso nei mari italiani. L’intossicazione avviene tramite inalazione di aerosol marino, ovvero di piccole particelle d’acqua che restano in sospensione nell’aria, oppure tramite ingestione di molluschi intossicati dall’alga. L’intossicazione provoca, fra i vari sintomi, irritazione delle mucose orali, raffreddore, difficoltà respiratorie e febbre.

Così, tramite un’ordinanza, il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha vietato la pesca ed il consumo dei molluschi, crostacei, ricci di mare e granchi provenienti dalla costa sorrentina.

Il comune però tranquillizza facendo sapere che il consumo delle specie sopra citate è consentito tramite l’acquisto presso i canali ordinari di vendita perché oggetto di controlli sanitari da parte dell’ASL.

Fonte: Il Mattino

Potrebbe anche interessarti

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy