MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Preso l’ultimo complice della rapina di Ercolano finita in tragedia

RAPINA ERCOLANO

Dopo quasi una settimana di latitanza gli uomini dei carabinieri di Torre del Greco hanno finalmente messo fine alla fuga dell’ultimo complice del gruppo di criminali che, lo scorso 7 Ottobre, tentò di rapinare il gioielliere di Ercolano il quale, in preda alla paura, esplose alcuni colpi di arma da fuoco ferendo a morte Luigi Tedeschi e Bruno Petrone. Una tragedia che fin dal primo momento scatenò una vera bufera mediatica, dividendo l’opinione tra innocentisti e colpevolisti.

Dopo le minacce al gioielliere da parte della famiglia di uno dei malviventi e la fuga del sopravvissuto, questa mattina anche Ernesto Labagnara è stato riconosciuto e sottoposto a fermo, medesima procedura applicata nei giorni scorsi ad altri due complici, Antonio Corvo e Addolarata Esposito. Stando alle indagini condotte dall’arma, Labagnara sarebbe stato uno degli organizzatori del colpo finito in tragedia. L’uomo è stato fermato questa mattina a bordo di un’auto in transito su corso Secondigliano con a bordo un parente. Dopo i primi accertamenti è stato immediatamente condotto in carcere.

Potrebbe anche interessarti