Ritrovate otto bombe della seconda guerra mondiale nel Porto di Napoli

porto

Ben otto ordigni esplosivi sono stati ritrovati questa mattina, sommersi nel Porto di Napoli. Le bombe erano di medio e grosso calibro, tutte di produzione USA e risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Le operazioni per il recupero sono cominciate alle 9 e 30 di questa mattina e finite alle 12 e 30: grazie alla condizioni meteo favorevoli non c’è stato nessun ostacolo.

Per risolvere la faccenda sono state impiegate, secondo quanto riportato dal Napolitoday, due unità navali del nucleo subacqueo artificieri della Marina Militare di Taranto e dalla Capitaneria di Porto-Guardia costiera. Le bombe sono state prima prelevate dal fondale, dove erano arenate da settant’anni, poi portate a largo del Porto e fatte brillare. Come di consueto per questi casi, l’operazione e le esplosioni sono state registrate dall’Osservatorio Vesuviano.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più