Tiroide: l’eccellenza nella cura è in Campania

cardarelli

Il malfunzionamento della tiroide rappresenta una patologia che, in Italia, interessa 1 persona su 10. Sono circa 6 milioni gli italiani costretti a curare la tiroide, molti dei quali devono sottoporsi ad interventi chirurgici. Spesso accade però che bisogna spostarsi per avere la certezza di un intervento efficace, presso strutture specializzate in endocrinologia e patologie collegate. Quindi recarsi in altre città, o addirittura fuori dal paese.

Tuttavia, la Campania ha ampliato di gran lunga, negli ultimi anni, le conoscenze mediche circa le patologie tiroidee, anche quelle gravi o degenerative, garantendo ai reparti di alcuni ospedali regionali, strumenti specifici e medici specializzati sia sulle diagnosi che sulle prevenzioni e le cure.

E’ il caso della Casa di Cura Salus di Battipaglia, presso la quale un importante corso monotematico di aggiornamento sulla tiroide, ha visto l’illustrazione delle problematiche legate alle terapie sostitutive, alla patologia oncologica e all’azione chirurgica. Il corso, realizzato pochi giorni fa presso la struttura, ha preso il nome di “La Tiroide…e dintorni” , organizzato, inoltre, in collaborazione, con l‘Associazione giovani chirurghi. A parteciparvi, molti medici illustri nell’ambito dell’endocrinologia e della chirurgia nazionale. La Salus, del resto, opera nel settore da decine di anni, raggiungendo risultati considerevoli.

Per quanto riguarda i reparti, in Italia, esperti di Endocrinochirurgia, troviamo anche quello del Cardarelli, ospedale napoletano situato proprio in via Antonio Cardarelli 9: Il reparto, afferente al Dipartimento di Chirurgia Generale e Polispecialistica, esegue più di 500 interventi chirurgici annui per patologie varie e circa 250 interventi su tiroide, paratiroidi e surrene.

Non dimentichiamo che molti luminari della medicina internazionale provengono proprio dalla nostra regione. Purtroppo, la carenza strutturale ed economica li spinge spesso ad abbandonare il paese per perseguire la ricerca scientifica, sostenuta molto poco dalle istituzioni italiane. Ma, senza dubbio, la preparazione scientifica nasce nelle nostre strutture ospedaliere.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più