Terrorismo, blindato il Duomo di Napoli: il sangue di San Gennaro a rischio

duomo di napoli terrorismo san gennaro

Continuano i controlli antiterrorismo nei luoghi più noti e frequentati a Napoli e provincia. Oltre all’aeroporto di Capodichino, le stazioni e il sito archeologico di Pompei, che è stato analizzato con apparecchiature sofisticate dai militari del comando provinciale dell’Arma dei carabinieri, anche il Duomo di Napoli potrebbe finire nel mirino dei terroristi.

Il luogo che custodisce gelosamente l’ampolla con il sangue di San Gennaro per questo motivo è stato blindato. Qui l’allerta è salita al livello 4 e, anche se in Campania nulla fa presagire ad un eventuale attacco terroristico, la città partenopea si prepara ad intervenire in caso di minacce.

Come si legge su IlMattino.it, per gli esperti, nel capoluogo campano tanti sono i luoghi con un alto valore simbolico che potrebbero essere presi di mira, ma in città è presente anche un buon livello di integrazione tra cittadini e musulmani, cosa che potrebbe scongiurare il pericolo di estremisti. Al momento dunque maggiori attenzioni e rischi continuano ad essere concentrate nella capitale.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più