Video. Paura a Napoli. Voragine in centro, crollata una palazzina. Residenti evacuati

voragine
Foto di Italia Notizie

Paura questa mattina al centro storico di Napoli dove, in prossimità della facoltà di Veterinaria dell’Università degli studi di Napoli Federico II, Via Santa Maria degli Angeli, si è aperta una voragine. Il consigliere regionale dei Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, insieme a Gianni Simioli, conduttore della Radiazza, ha diffuso la notizia, ha avvertito che la voragine sta provocando danni alle strutture circostanti oltre che provocare il crollo dell’edificio vicino all’università.

vvv
Foto di Francesco Emilio Borrelli

Per il momento i palazzi circostanti sono stati evacuati, mentre, il dipartimento di veterinaria è stato chiuso.

I primi rumori sono stati avvertiti da un custode verso le cinque del mattino, solo qualche ora dopo sono comparse grosse crepe sui muri di alcune palazzine adiacenti e poi, il rovinoso crollo che ha interessato un’intera ala del dipartimento dove, solitamente, si tengono lezioni e attività di ricerca. Pare che all’origine del disastro ci sia una grossa voragine creatasi nel sottosuolo alle spalle di via Foria e dell’Orto Botanico.

A Napoli non si fanno verifiche, dei palazzi e delle strade, da anni, forse, addirittura dai tempi del terremoto in alcuni casi, mentre sarebbe necessario controllare la stabilità di edifici e strade per evitare il ripetersi di episodi simili che oggi, solo per un caso, non ha provocato una tragedia” hanno denunciato Borrelli e Simioliora bisogna intervenire al più presto perché non è possibile che un dipartimento importante quale è quello di Veterinaria e decine di persone siano costrette a stare per strada”.

borr
Foto di Francesco Emilio Borrelli

Il video è di Mariano Peluso. (Clicca sul player per far partire le immagini)

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più