Ha un malore nella Cumana: uomo si accascia e muore sul colpo

stazione Cumana - Edenlandia

Napoli – Un uomo di 69 anni è morto per un malore improvviso mentre aspettava il treno nella stazione ferroviaria “Cumana – Edenlandia”. Antonio Visconti, questo il nome, era originario di Giugliano, ma residente ad Ischia e alle 14 e 30 di questo pomeriggio era stato appena dimesso dalla Clinic Center, del parco San Paolo. L’anziano aveva appena terminato una lunga riabilitazione nel reparto di fisioterapia del centro e, oggi, era pronto a tornare a casa accompagnato dal nipote Francesco Napoleone.

Invece, mentre aspettava il treno, seduto su una panchina, è stato colto da un malore e si è accasciato. A nulla è servito l’intervento degli operatori del 118: l’uomo è morto sul colpo. Le cause del decesso sono, presumibilmente, naturali, ma il PM intervenuto sul caso non ha ancora lasciato direzioni in merito al liberare la salma.

Al Mattino, il nipote ha raccontato gli ultimi momenti del 69enne: “Sono andato a prenderlo alla clinica per riportarlo a Ischia, dove attualmente viveva, stava bene. Nel mese di dicembre era stato sottoposto a un intervento chirurgico al femore presso l’ospedale ‘San Giuliano’ di Giugliano. Usciti dalla clinica ho chiamato un taxi per farci accompagnare alla stazione Cumana, per poi proseguire verso Pozzuoli e imbarcarci per Ischia. Siamo entrati in stazione e dopo aver fatto i biglietti ci siamo accomodati su una panchina. Improvvisamente, mio zio, ha iniziato a lamentare un malore non ben definito. Ho subito fatto chiamare un’ambulanza. I sanitari, però, al loro arrivo, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Sono sconvolto”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più