Nasce SEI: assistenza e consulenza per la tua idea business. Ecco cos’è

sai

Napoli non si ferma. Il fiume di idee e progetti d’innovazione non si argina e gli stimoli per i giovani creativi che vogliono attualizzare energie e risorse arrivano da molteplici lati.

Come la nascita di SEI (Sud Express Innovation), il cui progetto verrà presentato giovedì 28 presso Rework, spazio di co-working con sede al Centro Direzionale.

Di cosa si tratta, nello specifico? lo chiediamo a Corrado Sorge, socio di Hubstract, una delle aziende ideatrici di SEI: “E’una struttura di riferimento per tutti coloro che vogliono lanciare la propria Business idea rendendola scalabile e sostenibile. S.E.I. offrirà assistenza e consulenza in tutte le fasi del progetto, dalla costituzione societaria all’accesso al credito, dallo sviluppo dell’idea al suo lancio sul mercato.”

E’ fondamentale per il nostro territorio lo scambio di informazioni e di condivisione, in vista di una crescita personale, a livello professionale e collettiva, sotto il profilo culturale. E la rete in questo ha un ruolo dominante..?

“Abbiamo coltivato da sempre relazioni professionali e “fare rete” ha rappresentato per noi una sorta di formula magica in risposta alle necessità del mercato. In pochi anni il nostro percorso d’impresa ci ha portato a crescere esponenzialmente, grazie soprattutto alle esperienze professionali di ciascuna collaborazione e alla condivisione delle opportunità di business. Con S.E.I. daremo un supporto concreto a chi vuole innovare partendo proprio dal Sud.”

All’evento inaugurale, patrocinato dal Comune di Napoli, interverranno  Tania PalmierCountry Manager Italia ULULE – che presenterà la piattaforma di crowdfunding e l’importanza delle community per costruire le business ideas, Dario SensaleBusiness Consultant di Hubstrat – che illustrerà le nuove agevolazioni fiscali per investimenti in digital strategy, Nunzio Guidaco-fondatore di S.E.I. e A.D, della startup My Circle ed altri ospiti.

Questi rappresentano i veri indici di crescita di una città che troppo spesso si è confinata nelle sue problematiche socio – culturali e di arretratezza tecnologica. Le nuove generazioni, con spirito critico e la capacità di mettersi realmente in discussione, riempiono le lacune sociali legate alla scarsa alfabetizzazione digitale, di cui nei ultimi giorni si parla e alla stasi circa l’innovazione. Napoli è donna ribelle, ma non sarà mai un talento sprecato.

 

Potrebbe anche interessarti