Allarme sicurezza in Circumvesuviana. Militari e poliziotti sui treni

Controlli

La “Circumvesuviana” dovrebbe essere un bene nevralgico per il turismo della provincia di Napoli: è il modo più comodo e veloce per raggiungere Napoli dalla provincia o per collegarsi con gli scavi archeologici di Pompei ed Ercolano e per arrivare a Sorrento. Tuttavia, invece di avere l’attenzione che merita, vive in situazioni pessime. I treni sono fatiscenti, degradati esteriormente e nei servizi interni, le tratte sono sempre sovraffollate al punto da trasformare ogni vagone in una massa di gente accalcata alle porte.

Ultimamente, poi, la situazione è degenerata a causa di numerosi atti di violenza e di vandalismo con danneggiamenti, anche gravi, a persone e cose all’interno dei treni. E’ proprio per arginare il drammatico problema della sicurezza che il Presidente dell’ente autonomo volturno, Umberto de Gregorio, appoggiato dal consigliere regionale della Campania, Carmine de Pasquale, ha convocato un tavolo tecnico per programmare e realizzare un nuovo piano di controlli.

Secondo il progetto che sarà ufficialmente firmato domani, 27 gennaio 2016, alle ore 10.30 presso il Circolo Ufficiali dell’Esercito a Palazzo Salerno di Napoli, alla presenza del Governatore Vincenzo De Luca, agenti dell’Esercito, dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, presteranno aiuto per il pattugliamento ed il controllo dei mezzi pubblici dell’EAV fino a quando la situazione di allerta non sarà rientrata o non verrà redatto un nuovo programma di sicurezza.

Potrebbe anche interessarti