Attenti alla truffa: “Palla è stato impiccato, servono soldi”. Ecco cosa c’è dietro

pitbull palla

Negli ultimi giorni la triste storia di“Palla” ha coinvolto e commosso tutta l’Italia, ma prima di tutto, ha fatto “arrabbiare” il pubblico del paese, visto le immagini della giovane pitbull, trovata con un cappio di nylon attorno alla gola. Il filo ha di fatto deformato il volto dell’animale, poiché, ostruendo il fluire del sangue, ha causato un grosso rigonfiamento del muso, tanto che gli animalisti che hanno trovato la piccola pitbull non sono riusciti subito a capire di che razza si trattasse. Palla è stata poi portata alla clinica veterinaria di Oristano, Duemari, presso la quale ha ricevuto tutte le cure adeguate.

Ed è proprio dalla clinica che parte l’avviso a tutto il pubblico di Facebook di becere truffe che girano in rete, in merito a presunte raccolte fondi per il medicamento della cucciola. Questo il post di Duemari, pubblicato nella giornata di ieri:

“Continuiamo a ricevere informazioni relativamente a “raccolte” o “Lotterie” per la raccolta di fondi per Palla. Si tratta di truffe e truffatori ben noti. Non abbiamo attivato ALCUN SISTEMA DI RACCOLTA DI DENARO. In nessun modo questi personaggi ci rappresentano in nessuna maniera. Non hanno alcuna autorizzazione! Qualcuno addirittura si spaccia per responsabile della nostra clinica… Per favore se doveste vedere qualche iniziativa di questo genere commentate subito e segnalate alla polizia postale (noi ci stiamo già attivando).”

Infatti, come informa ancora la clinica: “L’unico modo che avete per mettervi in contatto con noi e’ scriverci un messaggio di mail a segreteriaclinicaduemari@gmail.com. Non risponderemo subito, siete tantissimi”.

E, in effetti, innumerevoli sono gli aiuti e i segni di interessamento del pubblico della rete, amareggiato dal comportamento che alcuni umani hanno avuto a discapito dell’animale: probabilmente il cappio serviva per evitare che Palla mangiasse il cibo destinato alle galline. O ancora, in tal caso senza colpe dirette, l’animale è capitato in una trappola dei bracconieri, destinata alle volpi. Tuttavia, anche quest’ultima ipotesi non ha nulla di rassicurante, poiché l’attività dei bracconieri è, senza dubbio, qualcosa di estremamente insulso.

Ma possiamo, almeno per Palla, ancora gioire: nell’ultimo video, pubblicato da IllaTV e girato presso la Clinica Duemari, si può vedere come l’animale si presti a mangiare mostrando miglioramenti fisici.

Potrebbe anche interessarti