In Campania, sequestra e tortura un uomo per prendersi gioielli e denaro

CarabinieriContinuano i violenti tentativi di rapine nelle abitazioni in Campania. Questa volta l’episodio, secondo quanto riportato su Internapoli.it, è avvenuto in provincia di Caserta, a San Prisco, lo scorso 26 gennaio. Cinque uomini, di nazionalità rumena, si sono introdotti nell’abitazione di un 40enne, sfruttando la conoscenza di uno dei malviventi con la vittima. Quest’ultima è stata legata ad una sedia ed aggredita con calci e pugni su tutto il corpo, utilizzando anche un tirapugni, fino a quasi soffocarla. I rapinatori si sono impossessati di un ricco bottino, ammontante a 50.000 euro, tra gioielli, soldi, oro ed un’autovettura, per poi scappare.

Le indagini scattate quasi subito, sotto la Direzione della Procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno permesso ai Carabinieri di San Prisco di raccogliere informazioni utili a rintracciare i colpevoli della rapina. Infatti hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, per i reati di rapina in abitazione e sequestro di persona il cittadino straniero: Niculai Florin, nato in Romania 18 febbraio 1994, che, secondo le indagini, era in procinto di lasciare l’Italia. Sono in corso ulteriori indagini per identificare gli altri complici della rapina, per recuperare la refurtiva e verificare ulteriori rapine commesse dagli stessi uomini in altre abitazioni. Quest’ultimo provvedimento rientra nell’ambito delle attività di indagine per contrastare tale tipologia di criminalità, sempre più violenta e spietata e che pone a rischio l’incolumità delle persone.

Potrebbe anche interessarti