Collegare Villa Sonrisa alla camorra non è reato: sconfitto il boss delle cerimonie

boss delle cerimonie camorra

Duro colpo per Antonio Polese, meglio conosciuto al grande pubblico come il Boss delle Cerimonieche nel tentativo di difendere il suo hotel di gran lusso, si è visto negare dal tribunale la richiesta di diffamazione per Gennaro Migliore che, con documenti alla mano e prove schiaccianti, in una vecchia interrogazione parlamentare svelò numerosi retroscena legati alla villa-ristorante più famosa della Tv.

Come riportato da Vincenzo Iurillo in un articolo de ilfattoquotiando.it, per il giudice che ha seguito il processo non vi è alcuna diffamazione nel collegare Villa Sonrisa alla camorra visto che, in passato, furono ben altri i matrimoni celebrati all’interno dell’imponente struttura. L’ambiguo locale di Sant’Antonio Abate, nel 2004 ospitò infatti il matrimonio “tra Marianna Giuliano, figlia di Luigi Giuliano, e Michele Mazzarella figlio del boss di Santa Lucia”. Una unione strategica volta a consolidare, come scrissero i parlamentari, la presenza dei due clan nel quartiere Forcella.

L’interrogazione parlamentare in questione descrisse nei dettagli i rapporti intercorsi tra il Polese e le organizzazioni criminali, rapporti resi sempre più solidi grazie alle cerimonie ospitate dal “boss” all’interno dell’hotel.

Stando alle indagini, pare che il proprietario della Sonrisa avesse, negli anni, stretto ambigui legami con la camorra contadina addetta a fare affari con la macellazione abusiva il mercato del latte e delle mozzarelle e non solo, molti anni fa Anni fa Polese fu accusato di aver aiutato il boss Raffaele Cutolo nascondendo all’interno della villa la sorella di quest’ultimo, ma dalle perquisizioni non emersero prove schiaccianti.

Stando a quanto riportato dalla sentenza, gli articoli pubblicati e le inchieste di Migliore possono iscriversi a pieno titolo nel diritto di cronaca giornalistica e di diritto di critica politica pertanto, come è giusto che sia, non perseguibili.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più