Renzi a Napoli, i comitati gli lanceranno frutta e verdura: “Statt’ a cas’!”

Renzi
Foto di “Bagnoli Libera” (pagina Facebook)

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi oggi sarà a Napoli, alle ore 14 in piazza del Plebiscito, dove parteciperà con il commissario Nastasi alla cabina di regia su Bagnoli. Numerose sono le proteste e alle ore 11 in piazza Dante ci sarà una manifestazione convocata da varie associazioni e comitati studenteschi, con il corteo che si dirigerà verso piazza del Plebiscito per accogliere il premier con frutta e verdura.

Numerosi sono stati gli sfottò e come riporta il Corriere del Mezzogiorno, ieri durante la conferenza, un attivista ha indossato la maschera del presidente del consiglio salendo con un piede su un water, in posa napoleonica. La città di Napoli oggi sarà blindatissima, la questura presiederà l’emiciclo della piazza e non permetterà al corteo di avvicinarsi, il quale avrebbe intenzione di lanciare ortaggi verso il premier per invitarlo a tornarsene a Roma.

Il rischio di uno scontro tra il corteo e le forze dell’ordine è concreto.Quel che ci preme sottolineare – hanno ribadito alcuni promotori delle iniziative di oggi – è che eventuali incidenti saranno dovuti esclusivamente a chi ha deciso di interdire al corteo l’ingresso in Piazza Plebiscito. Manifestare è un diritto e lo è far sentire la propria voce anche direttamente al signor Renzi, ospite non gradito qui a Napoli“. “Il disegno è chiaro – hanno aggiunto – e conosciamo pure i beneficiari della svendita delle prerogative pubbliche. Fintecna pronta a costruire sul mare, sottraendosi agli obblighi e oneri di bonifica dei suoli e di demolizione della colmata, in quanto soggetto inquinatore e concessionario demaniale. Caltagirone, autorizzato a fare della ex Cementir residence di lusso. I costruttori napoletani, che puntano decisi su Nisida. Tutto ciò con buona pace della spiaggia pubblica e del parco. “Difendere Bagnoli dalla cementificazione, per contribuire a migliorare la qualità della vita dell’intera città e area metropolitana“, hanno concluso.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più