Terremoto in Giappone: morti e centinaia di feriti. Si teme l’arrivo di uno tsunami

Terremoto in Giappone

Giappone – Una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 7, é stata registrata oggi in Giappone nella prima mattinata, ora locale. Il sisma é stato localizzato a circa cinque chilometri a nordest di Kumamoto-shi (nel Sud della nazione) e ad una profondità di 10 chilometri. La “Japan meteorologial agency” ha lanciato, inoltre, l’allerta tsunami che potrebbe scaturire da ulteriori scosse o dallo stesso sisma.

Per adesso, stando ai dati rilasciati dalle forze dell’ordine locali, sono 9 i morti accertati, e almeno 765 le persone sottoposte a cure, 53 delle quali con ferite gravi. In base ai dati della prefettura centrale circa 44.000 persone sono state sistemate in 500 centri di accoglienza all’interno della regione. L’agenzia meteorologica ha segnalato più di 100 scosse di assestamento e l’ente avverte che altri tremori di intensità sostenuta potrebbero verificarsi. Almeno 20 abitazioni sono crollate nella cittadina di Mashiki, quella maggiormente colpita dal sisma, con incendi sparsi sul territorio.

Il premier Shinzo Abe ha dichiarato che il governo farà tutto il possibile per offrire l’assistenza adeguata alla popolazione locale. Più di 1.000 agenti di polizia appartenenti a 19 uffici distrettuali si sono recati sul posto per coordinare le manovre di assistenza. Intanto, un’altra scossa di terremoto è stata registrata stamattina all’alba anche al largo dell’Indonesia. Secondo le prime rilevazioni dell’istituto sismologico americano, Usgs, si è trattato di una scossa di magnitudo 5.5, con epicentro al largo dell’arcipelago a circa 110 chilometri in linea d’aria dal centro di Tobelo

Potrebbe anche interessarti