Napolitano concede la grazia ad un detenuto napoletano malato di tumore

Napolitano

Giorgio Napolitano concede la grazia a Vincenzo Di Sarno, detenuto napoletano nel carcere di Poggioreale che giorni fa aveva chiesto al Presidente della Repubblica di uscire perchè malato di tumore al midollo osseo. Di Sarno è recluso già da 5 anni ed è stato condannato a 16 anni per omicidio. Da qualche mese, però, è uscito per potersi curare ed è stato posto sotto le cure dell’ospedale San Paolo salvo però chiedere l’intervento del capo dello Stato per potersi curare in Svizzera.

In realtà più che di cure, Di Sarno è ormai un malato terminale ed ha bisogno urgente di essere assistito da qualcuno. E così Napolitano ha chiesto l’intervento della magistratura di sorveglianza per poter liberare il carcerato. La mamma di Di Sarno, sulle colonne di Repubblica.it ha espresso gioia per l’intervento di Napolitano ma anche ansia per un possibile dilungarsi della questione.

“Ringrazio il presidente Napolitano, spero non sia troppo tardi per Vincenzo e che ora si faccia presto perchè non può attendere.
Ho visto Vincenzo l’ultima volta venerdì. E’ arrivato al colloquio strisciando, è ridotto a un vegetale. Non c’è più tempo da perdere, siamo già in ritardo. E’ arrivato a pesare quasi 50 chili – sottolinea la madre -. Quanto ancora deve aspettare che decidano sulla istanza di scarcerazione. Non mangia più, si sta consumando giorno dopo giorno, è al collasso. Doveva andare in ospedale già un mese fa, ora non vorrei che fosse tardi”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più