Mare in Campania, 22 siti non balneabili: ecco dove non si potrà fare il bagno

mare

In Campania, con l’arrivo della bella stagione, le persone sono pronte per andare a mare e rinfrescarsi dal caldo che li attanaglierà per i prossimi 3 mesi. Uno dei problemi che gli si presenterà, come ogni anno, sarà la scelta della zona balneabile. Un aiuto importante, difatti, arriva dall’Arpac che ogni anno prima della stagione estiva effettua l’analisi della contaminazione delle acque.

Secondo i dati di quest’anno riportati dall’Arpac, nonostante il grosso miglioramento rispetto allo scorso anno, in Campania ci sono ancora 22 spiagge che non sono balneabili: secondo la classificazione la qualità del mare risulta scarsa. Il tratto costiero più inquinato è locato tra Castellammare e San Giovanni.

In merito a ciò s’è espresso il consigliere regionale del M5S, Luigi Cirillo, in un’interrogazione inviata poi al presidente della Regione Vincenzo De Luca: “Il nostro mare ha bisogno di attenzione e tutela. Appare evidente come questa situazione possa avere pesanti ricadute oltre che sullo stato dell’ambiente e sulla salute dei cittadini campani e sul turismo balneare regionale essendo appena iniziata la stagione turistica 2016. Chiediamo alla Giunta quali azioni abbia adottato per individuare e rimuovere le cause di inquinamento e migliorare lo stato delle acque di balneazione nelle aree in cui queste sono risultate di qualità scarsa.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più