Napoli, sembrava un normale tombino e invece nascondeva 7,5 tonnellate di sigarette

tombino


Sembrava un comune tombino, invece era un bunker deposito, contenente tonnellate di sigarette di contrabbando. I finanzieri, durante il controllo di un capannone situato a Napoli, in via Roma, verso Scampia, hanno notato un tombino un po’ più grande degli altri, in cui non confluiva acqua. Insospettiti, lo hanno sollevato e hanno scoperto che l’intero blocco cubico del finto tombino nascondeva una botola che consentiva l’accesso a un vano (con pareti in cemento armato di notevoli dimensioni), al cui interno erano situati ben 1.826,20 kg di tabacchi lavorati esteri di contrabbando.

Nei giorni precedenti, nello stesso locale, le Fiamme Gialle avevano trovato 5.760 Kg. di bionde e arrestato 7 soggetti mentre effettuavano le operazioni di trasbordo su un autoarticolato con targa slovena. Nel corso della seconda ispezione, appunto, i finanzieri hanno rinvenuto 24 casse di sigarette di varie marche, del valore stimato di oltre 1.500.000 di euro, su cui gravano imposte per circa 1.000.000 di euro, tutte senza contrassegno di Stato e forse destinate al mercato partenopeo.

Il magazzino e le sigarette sono stati sequestrati. Sono in corso le indagini per capire quale sia la fonte di approvvigionamento.

Potrebbe anche interessarti