Somma Vesuviana. Colpisce il fratello al torace con un cacciavite: è in pericolo di vita

Ambulanza

Un’aggressione che ha dell’incredibile. E’ successo a Somma Vesuviana questa notte, dove G. G., un 30enne, già noto alle forze dell’ordine, avrebbe tentato di uccidere il fratello, D.

I Carabinieri di Castello di Cisterna sono giunti sul posto, in via Vignariello, dove il 30enne al culmine di una lite scoppiata forse per motivi economici, avrebbe con un cacciavite sferrato un fendente al petto del fratello procurandogli una profonda ferita al torace.

La vittima è stata trasportata con urgenza all’ospedale di Nola e trasferita all’ospedale “San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona” di Salerno, dove è stata ricoverata in prognosi riservata e in pericolo di vita.

L’arrestato è stato condotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più