Torre Annunziata, successo per l’esclusivo party del sigaro Toscano

ruggiero-4
Foto di: Foto & Fatti di Salvatore Gallo

Una piacevole serata in riva al mare, tra sigari Toscano, liquori di Alma De Lux – artigiani del gusto e l’ottima cucina del ristorante L’Ancora, sono stati questi gli ingredienti che hanno contribuito al successo del Grande Soirèe Toscano evento che si è svolto venerdì 9 settembre organizzato da Silvana Ruggiero titolare della nota Tabaccheria Ruggiero di Torre Annunziata. A fare da cornice all’evento il Nettuno Lounge Beach uno degli stabilimenti balneari più rinomati di Torre Annunziata. Ad arricchire la serata una componente fondamentale la musica, con il sax di Raul Penza e Franco De Rosa al piano, bellissima l’interpretazione del monologo “La pesca” di Albanese, recitato dall’architetto Esmeraldo Napodano, attore per passione.

A coadiuvare l’organizzatrice della serata, la professionalità di Marco Starace, tra i ‘catador’ (degustatori) più famosi in Italia, che ha svelato i segreti dell’arte della degustazione di un sigaro e, inoltre, ha illustrato ai presenti le varie fasi per la realizzazione di un sigaro artigianale. La signora Ruggiero ci ha raccontato della passione per il fumo lento che nasce dal fascino che essa esercita, “Il fumo lento è contemplativo, é una filosofia ed uno stile di vita che va un po’ contro mano. Fumare un sigaro è un momento da dedicare a se stessi, fumare lento (sia sigaro che pipa) è entrare in una fase contemplativa, non a caso il sigaro è stato fonte di ispirazione di poeti, musicisti e scrittori”.

Bisogna dire che la padrona di casa dell’evento ha saputo coadiuvare il tutto con un atmosfera poetica ispirata forse anche da una sua passione, la scrittura ci accenna infatti, di un progetto editoriale che racconta la storia di un amore, forse un giorno avremo il piacere di leggere questo romanzo. Uno stile sobrio contro ogni eccesso di gioco che oggi riempiono le tabaccherie è ciò che contraddistingue la loro attività, “Andiamo contro tendenza anche contro il nostro interesse. Forse su alcuni servizi tipici delle tabaccherie, faremo un passo indietro. Ma ci vuole, coraggio anche in questo”.

ruggiero-2Uno stile che ha contribuito raggiungere discreti traguardi lavorativi, come il Bollino Di Eccellenza conferito dall’Azienda Toscano e che qualifica la loro tabaccheria ” Specialist” Toscano. Questo riconoscimento sembra un traguardo ma la titolare lo considera un punto di partenza.
Gli eventi di degustazione del Sigaro Toscano (in futuro faremo anche eventi di degustazione con sigari Habanos, di cui siamo esclusivista e Specialist di primo livello) , nascono da una profonda voglia di portare a Torre Annunziata un mondo affascinante ed elegante, tra l’altro, queste serate possono racchiudere momenti di bella musica, di danza, di recitazione e di cultura, di eccellenze territoriali del mondo del Food e non solo, abbinate all’eccellenza per eccellenza, ormai simbolo del made in Italy, il sigaro Toscano, che racchiude nel suo microcosmo la storia e la cultura d’Italia.

ruggiero-3Silvana Ruggiero ha ereditato l’attività dai suoi genitori e non è stato difficile per lei inserirsi in questo  contesto che solo apparentemente è un settore tipicamente maschile: Siamo in questo settore da 35 anni. Cinque anni fa ho azzardato un trasferimento che ho poi ottenuto, ma solo grazie alla mia determinazione. Fui molto scoraggiata dall’ AMS mi dissero che era quasi impossibile, ma io sapevo di poterci riuscire. Prima ero nella zona storica, un tempo il cuore della città, poi in forte degrado. Io ho desiderato fortemente creare qualcosa di mio è sopratutto portare ad un certo livello il lavoro iniziato dai miei. In questo modo ho dato un avvenire anche a mio figlio, mio dipendente ma parte attiva e significativa della nostra attività che sarà un degno successore. Qui mi fermo perché avrei tanto da raccontare ma uscirei fuori traccia.

La tabaccheria Ruggiero è stata vittima poco tempo fa di un furto, dopo un breve pianto, il mio atteggiamento ė frutto di un’educazione genitoriale, che mi ha insegnato a non piangersi addosso ma a rimboccarsi le maniche e guardare avanti. Non sono opportunista nè abituata ad aspettarsi la manna dal cielo. Nello sconforto lavorativo, scaturito da questa disavventura, mi sono aggrappata al mio obbiettivo, al mio sogno da realizzare, forte anche dell’esperienza di altri tre precedenti eventi, volevo realizzare una serata che restasse nei cuori di chi avrebbe partecipato, una serata che trasmettesse emozioni sapori convivialità raffinata e non solo….fumo.

La signora Ruggiero ci saluta con un pensiero di un grande stimatore del fumo lento, Sandro Pertini (che fumava la pipa) che racchiude in maniera sublime, la filosofia del fumo lento: Non ė una questione d’arte il fumare lento. Non è perché ci sentiamo filosofi. Non è perché abbiamo tempo da perdere. Il sigaro richiede tempo! Il mondo di oggi corre troppo, e con la velocità ti perdi tutti i particolari e i piccoli piaceri della vita. Il sigaro ti aiuta a trovare il tempo perso. Da subito ti obbliga a creare un rito. Il fumar lento non ė un diversivo allo stress quotidiano (come, aggiungo io, il fumo della sigaretta, che é considerato nevrotico) ė una passione, un’attesa da dedicare a se stessi. Il corpo è disteso, la mente é occupata soltanto dalla lettura di un buon libro, il cuore batte lento e rilassato, vicino c’è un bicchiere di grappa e senza che ce ne accorgiamo…..stiamo fumando.

ruggiero-5

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più