Natale 2016 a Napoli: sul lungomare un albero di 30 metri con terrazza panoramica

albero-natale-lungomare-napoli
Foto: Italstage

Mancano tre mesi al prossimo Natale 2016, ma i preparativi a Napoli e provincia sono già cominciati da un pezzo, tanto che è stato svelato già gran parte del programma previsto dal Comune del capoluogo campano per celebrare quelle che sono di gran lunga le festività più attese dell’anno. Festeggiamenti, questo 2016, che si preannunciano davvero in grande stile e ciononostante senza grossi esborsi economici, grazie soprattutto alla possibilità di riutilizzare gran parte delle strutture e delle installazioni che saranno utilizzate a partire già dal prossimo novembre e che saranno rimosse solo sul finire di gennaio 2017.

Attrazione principale del Natale 2016 napoletano sarà senza ombra di dubbio un albero di circa 30 metri d’altezza con vista panoramica sul Golfo. Verrà impiantato presso la Rotonda Diaz e illuminerà tutto il lungomare grazie a 1 milione e 300 mila led multicolori. Non sarà, però, un semplice albero di legno e foglie né tantomeno uno “finto”, ma “N’albero” – questo il nome già affibbiatogli – sarà una vera e propria costruzione ingegneristica, con la possibilità per i turisti e i cittadini napoletani di salire in cima grazie ad un ascensore e godersi lo spettacolo. Tante, però, le possibilità installate su diversi piani della costruzione: a metri vi sarà, per esempio, un bar-ristorante; mentre a 18 metri vi sarà una galleria commerciale.

A fare da cornice ben 3 mila piante, le quali – come rivelato dall’edizione online de La Repubblica.it – una volta smontata la struttura, verranno piantate in diversi punti della città. Anche per questo motivo il Comune prevede di ammortizzare i costi derivanti dall’organizzazione del prossimo Natale, cosa alla quale contribuirà inoltre un biglietto d’ingresso (di cui ancora non si conosce il prezzo) previsto per poter entrare all’interno dell’albero.

Attorno a ciò che di fatti sarà il fulcro del Natale della città di Napoli, vi saranno poi numerosi spettacoli canori, eventi enogastronomici e persino lezioni di yoga, oltre che incontri su tematiche d’attualità.

Potrebbe anche interessarti