Spagna succursale della camorra: “Qui c’è una legge, si uccide solo in Italia”

guardia-civil

La silenziosa infestazione della mafia italiana in Spagna“, così intitola El Paìs un articolo sulla criminalità organizzata italiana che ha invaso la penisola iberica.

Secondo il quotidiano spagnolo la Spagna è una delle principali “succursali” delle mafie italiane nel mondo, dove nell’anonimato i mafiosi agiscono da più di 30 anni. La Guardia Civil sostiene che si tratti di un problema sottovalutato.

Secondo un rapporto del Ministero dell’Interno del 2013 la Spagna è l’unico paese al di fuori dell’Italia dove sono presenti tutte e quattro le mafie. El Paìs poi svela un’intercettazione telefonica tra un boss del clan Polverino e uno dei suoi uomini coinvolto in una rissa in una discoteca di Malaga, nel corso della quale fu accoltellato e ricoverato in ospedale: “In Spagna si sentono sicuri quando c’è una guerra tra clan, perché c’è una norma che tutti rispettano e cioè che per uccidere qualcuno bisogna farlo in Italia“.

Al di là delle apparenze, i numeri sono impressionanti. – continua il quotidiano iberico – Dal 1999 al 2009, quasi un terzo dei detenuti al di fuori dell’Italia sono stati arrestati in Spagna, secondo i dati delle autorità italiane. La più numerosa la camorra: 34 su 74. Dal 2008 al 2015, solo la Guardia Civil ha arrestato 96 mafiosi in Spagna e hanno portato a 267 arresti in parallelo. A questi vanno aggiunti quelli fatti dalla Polizia Nazionale“.

Le zone preferite dai mafiosi sono Barcellona, Alicante, Malaga, Cadice, le Balean e le Canarie, questo perché la Spagna è uno snodo per il narcotraffico tra America Latina e Marocco. Infine El Pais sottolinea come la camorra avrebbe ‘investito’ realizzando edifici, hotel, impianti turistici e ristoranti. “In Spagna la mafia non interessa, – ha dichiarato l’ex presidente della commissione Antimafia Francesco Forgione – non è nel dibattito politico e manca la percezione della contaminazione dell’economia“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più