Acerra: Megarissa per una pecora contesa

pecora

Strana faccenda accaduta in questi giorni in quel di Acerra dove alcuni pastori hanno scatenato una vera e propria rissa a causa del presunto furto di una pecora. Una storia incredibile che però, oltre a tante botte, è costata anche una serie di denunce per aggressione e danneggiamento.

La rissa sembra essersi scatenata a seguito di uno strano malinteso. Cinque ragazzi di Acerra, infatti, sostenevano di aver acquistato una pecora da tre pastori romeni, al prezzo di 50 euro, che però negavano l’accaduto tacciando i ragazzi di furto. Dopo una prima aggressione verbale, durante la sera, i protagonisti di questa surreale vicenda si sono affrontati a colpi d bastoni e badile, incuranti della presenza delle pattuglie di polizia e carabinieri.

Pare che due pastori in preda alla rabbia abbiano letteralmente distrutto la Panda dei ragazzi mentre un terzo rubava le chiavi dell’auto a suon di schiaffi e pugni. Dopo essere stati condotti tutti in commissariato, i cinque italiani sono stati denunciati per furto mentre i pastori dovranno difendersi dall’accusa di rissa aggravata, danneggiamento e rapina.

E la pecora? Dopo una lunga ed estenuante sosta in commissariato sembra essere stata condotta dagli agenti nel suo (certamente più tranquillo) ovile.

Potrebbe anche interessarti

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy