Istat, Pil regionale: il Mezzogiorno cresce, male la Campania. Al Nord redditi più alti

offerte lavoroL’Istat ha diffuso nelle scorse ore i dati della contabilità regionale e provinciale, coerenti con le stime a livello nazionale. Nel 2015 il Pil per abitante risulta pari a 33,4 mila euro nel Nord-ovest, a 32,3 mila euro nel Nord-est e a 29,3 mila euro nel Centro. Nel Mezzogiorno i dati sono più negativi: il Pil pro capite è di 17,8 mila euro, inferiore del 44,2% rispetto a quello del Centro-Nord (44,5% nel 2014). In termini di reddito disponibile per abitante, il divario scende al 34,3% (35,0% nel 2014). Nel 2015 il Pil in volume, ha registrato un incremento dell’1,1% nel Mezzogiorno, dello 0,8% nel Nord-ovest, dello 0,7% nel Nord-est e dello 0,3% al Centro.

foto Istat
foto Istat

Il dato è negativo soprattutto per quanto concerne la Campania: il Pil per abitante è del 17,2, posizionandosi al quartultimo posto in classifica. L’ultimo posto è occupato dalla Calabria. Le famiglie residenti nel Nord-ovest dispongono del livello di reddito per abitante più elevato (21,1mila euro), seguite da quelle del Nord-est (20,4mila euro). Nel Centro il livello è pari a circa 18,7mila euro, nel Mezzogiorno a 13,2mila euro, con un differenziale negativo del 25,4% rispetto alla media nazionale. Potete consultare tutti i dati al seguente LINK.

Potrebbe anche interessarti