E’ morto Henry Heimlich, l’inventore della manovra salvavita: ecco come eseguirla

E’ morto ieri a 96 anni Henry Heimlich, il dottore che ha inventato la manovra anti soffocamento salvando migliaia di vittime. Il medico statunitense si è spento al Christ Hospital di Cincinnati in seguito ad un attacco cardiaco.

L’ultimo salvataggio effettuato da lui stesso, lo scorso maggio, quando aveva aiutato una donna anziana residente nella sua stessa casa di riposo. La tecnica era stata inventata nel 1974 da Heimlich dopo aver letto un articolo sulla gran quantità di morti avvenute nei ristoranti. All’epoca si suggeriva di picchiare leggermente la schiena della persona che faticava a respirare, ma questo rischiava di peggiorare la situazione.

La manovra di Heimlich richiede che il soccorritore si metta alle spalle della persona che sta per soffocare, di appoggiare il proprio pugno dal lato del pollice sotto il diaframma e tra i polmoni premendo così che l’aria uscendo dai polmoni, espelli il boccone. La Croce Rossa americana adottò questa manovra salvavita che oggi alterna le spinte addominali ai colpi interscapolari. E’ invece sconsigliata sulle vittime di annegamento.

Ma come possiamo eseguirla?

Fare alzare in piedi la vittima.

Mettiti in piedi dietro la vittima. Allarga le gambe, per sostenere la vittima in caso di svenimento o perdita di conoscenza.

Abbraccia la vittima da dietro. Avvolgi le braccia intorno all’addome della vittima.

Chiudi a pugno la mano e mettilo tra l’ombelico e lo sterno.

Avvolgi l’altra mano attorno al pugno. Assicurati di tenere i pollici lontani dalla vittima, per non ferirla.

Esegui la manovra di Heimlich, conosciuta anche come “serie di spinte addominali”: Spingi verso l’interno e verso l’alto, premendo sull’addome della vittima con delle rapide spinte verso l’alto, con buona intensità. Dai delle spinte veloci e forti, come se cercassi di sollevare la vittima. Esegui cinque spinte addominali in rapida successione. Se la vittima perde conoscenza, ferma subito le spinte.

Chiama subito i soccorsi se non riesci a rimuovere l’ostruzione. Se la vittima perde conoscenza, ferma subito le spinte. Cerca di liberare le vie respiratorie della vittima (controllando la bocca e rimuovendo le ostruzioni evidenti) e pratica la respirazione artificiale.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più