Video. CorAcor, il coro arcobaleno di Napoli che ha incantato Italia’s got talent

Italia's got talentCon ”’A città ‘e Pullecenella”, ad Italia’s Got Talent, il “CorAcor”, ha lasciato i giudici senza parole ottenendo, inoltre, una standing ovation dal pubblico. Oltre al grande consenso in studio, il video dell’esibizione diventa virale, registrando ad oggi più di 54.000 visualizzazioni su youtube in pochi giorni oltre a migliaia di condivisioni su facebook.

Il CorACor, coro LGBTQI di Napoli, è un progetto musicale dell’associazione i Ken O.N.L.U.S. che invita le persone ad aggregarsi intorno alla cultura musicale, al fine di promuovere la cultura delle differenze e per dare visibilità a persone di diverso orientameno sessuale: lesbiche, omosessuali, bisessuali, transessuali ed intersessuali della società.

La musica gioca un ruolo fondamentale nella possibilità di cambiamento sociale ed il CorAcor utilizza le note come un’arma di pace, un mezzo per portare al cambiamento delle mentalità.

LEGGI ANCHE
"Siamo i figli del Vesuvio": il nuovo coro degli Ultras arriva dall'Argentina

“Nero”, “rosso”, “giallo”, “ricchione”, “grasso”, “povero”. In un mondo che con delle etichette tende a separarci, emarginando le persone per le proprie differenze e peculiarità, la musica diviene un ottimo strumento per chiedere di porre fine all’odio e al fanatismo di qualsiasi tipo.

“Siamo maestri di conservatorio, architetti, ricercatori, operai, disoccupati. Lo facciamo per passione, lo facciamo perché pensiamo che la musica sia un linguaggio univerale“, cosi si esprime Carlo Cremona, rappresentane del coro e presidente di iKen.

Potrebbe anche interessarti