Video. Marano, Luca Abete inseguito dai parcheggiatori abusivi: “Ti uccido”

Ha rischiato di esse nuovamente picchiato Luca Abete, l’inviato di Striscia la Notizia, come si è visto nel servizio andato in onda ieri sera.

Questa volta è stato a Marano dove, davanti a uno spiazzo degli uffici del Giudice di Pace, i parcheggiatori abusivi guadagnano tantissimi soldi, per un business di migliaia di euro al mese, come dice Abete nel servizio. Quello del parcheggio abusivo è un “lavoro” che non conosce crisi ed è una vera e propria estorsione a cui i cittadini devono sottostare non essendoci i dovuti controlli.

Oltre lo spiazzo antistante gli uffici, i parcheggiatori abusivi hanno occupato anche quello adiacente, addirittura hanno creato dei spazi riservati solamente al parcheggio dei motorini. Un’organizzazione davvero efficiente il tutto a pochi passi da una caserma di Carabinieri.

Non appena vedono Luca Abete per strada molti parcheggiatori scappano, un altro scende dall’auto inseguendo Abete e minacciando addirittura di morte lui e il cameram. L’inviato ferma anche i vigili urbani in servizio che, quasi rassegnati, dicono di non poter fare nulla se i cittadini non denunciano, oltre al fatto che su 70mila abitanti vi sono solo quattro vigili in servizio.

Così scrive su Facebook Luca Abete lanciando il video del suo servizio:

Dove c’è GIUSTIZIA c’è L’ABUSIVO?!? Guadagnano migliaia di euro al mese e gestiscono la sosta abusiva delle auto davanti al TRIBUNALE di MARANO di NAPOLI e accanto alla caserma dei Carabinieri!
Dicono di essere poveracci, ma alla fine si comportano come delinquenti!
Anche stavolta abbiamo rischiato grosso, adesso tocca alle forze dell’ordine!

ECCO IL VIDEO:

Potrebbe anche interessarti