Circumvesuviana, il 2016 è stato un disastro: ecco quanti sono i treni soppressi e in ritardo

circumvesuviana

Si parlato molto negli ultimi giorni dell’EAV, e più in generale del servizio di trasporto pubblico in Campania. Numerose sono state le critiche circa le corse dei treni garantite a Pasqua e Pasquetta, con un accordo raggiunto soltanto in extremis. Vicende che testimoniano una situazione non semplice per l’azienda. E, a farne le spese, sono quasi sempre i pendolari, costretti ad affrontare quotidianamente ritardi, treni soppressi ed atti vandalici che mettono in discussione il livello di sicurezza dei treni e delle stazioni.

E’ proprio l’EAV, attraverso un report preparato per la Regione Campania, a raccontare (in numeri) gli enormi problemi affrontati nel 2016. Il documento è stato pubblicato da Repubblica, che svela quali risultati sono stati ottenuti dall’azienda. Il numero dei treni soppressi nell’ultimo anno è raddoppiato rispetto al 2015. Nel 2016, spiega Repubblica, sono saltati 4.828 treni sulle linee della Circumvesuviana. Aumentati anche i ritardi. Il tempo di attesa superiore ai 15 minuti ha riguardato 4.662 treni nel 2016. Meno gravi, invece, il deficit di treni della Circumflegrea e Cumana, sebbene siano aumentati i ritardi.

Ritornando ai numeri della Circumvesuviana, Repubblica scende nel dettaglio. La linea che è stata colpita maggiormente dalla soppressione dei treni è la Napoli-Baiano: 498 soppressi nel 2015, 1.090 nel 2016. Per quanto riguarda i ritardi, invece, la linea che ne ha subiti di più è la Napoli-Sorrento: 1.250 treni ritardatari nel 2015 che salgono a 2.492 nel 2016. Un brutto colpo per l’EAV, dal momento che è la linea principale della Circumvesuviana, e quella maggiormente utilizzata dai turisti.

Potrebbe anche interessarti