Per la prima volta nella storia esplorato l’interno di Monte Echia: ecco cosa hanno scoperto

Per la prima volta nella storia esplorato l’interno di Monte Echia, la collina di Napoli dove si insediarono i primi coloni greci. Con la tecnica della radiografia muonica, gli scienziati hanno passato al setaccio i 60 metri di tufo giallo attraversati da cavità e gallerie e da un tunnel borbonico.

Nell’esperimento è stato utilizzato un rivelatore di particelle posizionato nella montagna per monitorare il flusso di muoni cosmici, particelle elementari capaci di attraversare centinaia di metri di roccia. I ricercatori hanno così potuto dimostrare la potenzialità della radiografia muonica nel rivelare cavità nel monte.

L’articolo è stato pubblicato su Nature-Scientific Report e dimostra le potenzialità della tecnica nello studio del sottosuolo, in particolare di quello napoletano, che presenta una enorme ricchezza di cavità. Il progetto si chiama Metropolis ed è stato realizzato anche dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, i dipartimenti di Fisica dell’Università Federico II e di Firenze in collaborazione con la Tecno In.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più