Follonica: licenziati i dipendenti che chiusero due donne rom nel gabbiotto dei rifiuti

Lo scorso 24 febbraio a Follonica, provincia di Grosseto, due dipendenti di una nota catena di supermercati avevano rinchiuso due donne rom nel gabbiotto dei rifiuti del market.

Le nomadi stavano frugando nell’immondizia e una volta sorprese sono state imprigionate.

Su Facebook i due avevano pubblicato un video dove si sentivano le urla terrorizzate delle due donne, mentre loro le prendevano in giro. Un episodio di pessimo gusto e di razzismo.

La catena aveva immediatamente sospeso gli autori del gesto, e adesso non lavoreranno più per essa. Uno dei due infatti, assunto a tempo indeterminato, è stato licenziato, mentre all’altro non è stato rinnovato il contratto. Il loro legale ha reso noto che si sta valutando se impugnare o meno il licenziamento.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più