Acerra, 14enne gira un video hard e finisce sui social: è un nuovo caso Cantone?

video hotRischia di essere un nuovo caso Cantone, con l’aggravante stavolta della minore età della ragazza coinvolta. Nuove foto e video hard cadute nella rete del web, quelle di una 14enne napoletana la cui identità è naturalmente coperta dal massimo riserbo.

Lei stessa la regista di un film già visto, il cui finale però sembra esserle sfuggito di mano in pochi giorni: girate le immagini hard ad alcuni amici (probabilmente compagni di scuola), le stesse sono ben presto divenute virali, arrivando ai cellulari di circa un centinaio di ragazzi. Tam tam social su cui stanno già indagando le forze dell’ordine, alle quali è giunta immediata la denuncia della famiglia.

LEGGI ANCHE
Giovanni Bifolco: "Dicono che siamo camorristi. Stanno ammazzando mio figlio un'altra volta"

La minorenne vive ad Acerra e frequenta la terza media, nonostante abbia fattezze fisiche che la fanno sembrare molto più grande. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata lei stessa a girare video hot in cui si dà all’autoerotismo, inviando poi le registrazioni a pochi intimi, i quali le hanno però diffuse tramite Whatsapp, unico canale social attraverso cui al momento sembrerebbero essere state diffuse le immagini.

Resasi conto, tuttavia, del vortice in cui era rimasta intrappolata, ha rivelato tutto alla madre e al compagno, immediatamente rivoltisi ai carabinieri per denunciare il tutto e fermare il prima possibile la pericolosa catena virale.

Al momento nessuno risulta iscritto nel registro degli indagati, anche se gli inquirenti stanno torchiando i cinque-sei ragazzi che avrebbero ricevuto per primi il video hot, della durata di circa tre minuti. Le persone coinvolte, comunque, al momento sarebbero tutte della fascia di età della stessa 14enne, frequentanti le medie o le prime classi delle superiori.

LEGGI ANCHE
Critiche al Napoli sui social, furia Pistocchi: "Mettete gli occhiali, siete solo invidiosi!"

Tra le possibili cause della diffusione virale del video hot, invece, non parrebbero esserci motivi legati a particolari litigi, ricatti o vendette degli adolescenti, ma più probabilmente si tratta di un gioco erotico preso troppo alla leggera e finito male.

Potrebbe anche interessarti