Video. Sentenza per l’ultrà De Santis: ecco perché ha avuto lo sconto di pena

Poco fa è stato emesso il verdetto d’appello che condanna l’ultrà Daniele De Santis, a 16 anni di carcere, riducendo di 10 anni la pena prevista in primo grado. L’avvocato Angelo Pisani, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook il video del momento in cui la Corte d’Appello di Roma ha dato lettura del dispositivo della sentenza.

“Esclude nei confronti di Daniele De Santis l’aggravante di cui all’art. 61, numero 1 del Codice Penale”: l’ultrà ha quindi avuto uno sconto di pena perché non gli è stato attribuito l’aggravante, regolamentato dall’articolo 61 del Codice Penale, che afferma: “Aggravano il reato, quando non ne sono elementi costitutivi o circostanze aggravanti speciali [578 3, 579 3], le circostanze seguenti: l’avere agito per motivi abietti o futili”.

Dunque, secondo la sentenza, Daniele De Santis, non avrebbe agito per motivi abietti o futili e perciò dovrà scontare una pena di soli 16 anni.

Potrebbe anche interessarti