Napoli, girava in strada con coltello e martello: stava andando a uccidere la moglie

poliziaScene da film poliziesco americano in quel di via Duchesca, a Napoli, dove un ucraino di 31 anni ieri mattina è stato arrestato dalle forze dell’ordine in quanto evaso dagli arresti domiciliari e in cerca della moglie con tanto di coltello e martello fra le mani.

A condurlo in manette gli uomini della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine Campania, i quali intorno alle 11:30 di ieri hanno intercettato visivamente l’uomo straniero tra i vicoli di via Duchesca, mentre maneggiava armi contundenti e offensive, da utilizzare verso la moglie (italiana), che – come riportato dal portale IlMeridianoNews – aveva pubblicamente manifestato voler uccidere.

Da lì è scattata immediatamente la caccia all’uomo, conclusasi intorno alle ore 13:00 con l’arresto dello stesso criminale 31enne, che per giunta aveva minacciato gli stessi agenti con le armi a sua disposizione. Una volta con le manette ai polsi V. D., queste le sue inizali, si è rivelato non essere nuovo ad atti criminosi: il 31 gennaio 2014 era stato condannato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. L’iniziale sanzione economica fu poi trasformata nell’espulsione dallo Stato italiano per almeno 10 anni.

A tale condanna ora si aggiungeranno anche quelle per evasione e porto abusivo di arma bianca ed oggetto atto ad offendere.

Potrebbe anche interessarti