Crisi rifiuti a Torre del Greco: scarti edili ed un motorino in strada

Torre del Greco – Mentre il Comune di Torre del Greco è scosso dallo scandalo “Monnezzopoli”, culminato con l’arresto del sindaco Ciro Borriello, dei titolari della ditta Balsamo, per la raccolta dei rifiuti, e le dimissioni a catena di assessori e vicesindaco, la città sembra attraversare una nuova crisi rifiuti. Secondo quanto denunciato da moltissimi cittadini, le principali isole ecologiche verserebbero in uno stato pietoso.

In alcuni gruppi Facebook torresi circolano foto dell’isola ecologica in via Cavallerizzi, vicina alla scuola Nazario Sauro, completamente invasa da rifiuti di ogni tipo: un cumulo di sacchi e detriti edili sommerge completamente la campana adibita al deposito del vetro, mentre uno scooter rotto è stato abbandonato sul marciapiede.

“Ci sono da una settimana bottiglie di vetro messe per terra – ci racconta un lettore, G. F. – perché la gente non vuole mettere ad una ad una le bottiglie nelle campane e poi da stamattina anche scarti edilizi! Lo scooter stava prima davanti una scuola poi l’hanno messo vicino l’indifferenziata e gli spazzini l’hanno messo poi sul marciapiede. Inoltre se una persona anziana vuole depositare i rifiuti non arriva perché sono alti! Ed inoltre sono stati tagliati sopra con rischio anche di farsi male!”

Una situazione gravissima, forse conseguenza del clima di incertezza politica e sociale che imperversa in città. Intanto, molti cittadini delusi accennano l’ipotesi di non pagare più la TARSU, carissima tassa comunale sui rifiuti, a fronte di un servizio fallace e discontinuo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più