Scarcerato Alfredo Romeo: l’imprenditore torna a casa dopo 5 mesi di cella

Torna in libertà Alfredo Romeo, l’imprenditore napoletano accusato di corruzione nell’ambito dell’inchiesta Consip. Romeo era in carcere dagli inizi di marzo: cinque mesi di cella con l’accusa di corruzione. Lo scorso 1 marzo Romeo era stato arrestato per la presunta corruzione di un funzionario del Consip.

Per i giudici non ci sono più le esigenze cautelari, dunque l’imprenditore partenopeo può tornare a casa, in attesa di processo. Il Riesame ha disposto la liberazione di Romeo che si trova a Napoli agli arresti domiciliari.

Nella stessa inchiesta è indagato il padre dell’ex premier Tiziano Renzi, per traffico di influenze: sarebbe stato agevolato nell’aggiudicarsi una importante gara pubblica. Indagati anche il ministro Luca Lotti, il generale dei carabinieri Tullio Del Sette, il comandante dell’Arma Emanuele Saltalamacchia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più